CASSA MALATI: in Ticino l’aumento più alto di tutta la Svizzera nel 2021

1
338
CASSA MALATI: in Ticino l'aumento più alto di tutta la Svizzera nel 2021
CASSA MALATI: in Ticino l'aumento più alto di tutta la Svizzera nel 2021
- Annuncio Promozionale -

Conferenza stampa da Berna

Nella conferenza stampa di oggi il Consiglio Federale, per voce di Alain Berset, ha annunciato che nel 2021 il premio medio della cassa malati aumenterà dell’ 0,5% rispetto al 2020. In Ticino è previsto l’aumento più alto, pari al 2.1%. Il premio medio raggiungerà i 316,50 Chf. Nel 2020 le riserve accumulate dagli assicuratori supereranno gli 11 miliardi di franchi.

Alain Berset: “Aumento medio dello 0,5%. In alcuni cantoni l’aumento sarà superiore all’1%. Vogliamo che le casse malati riducano le riserve, che al momento ammontano a 11 miliardi di franchi. Come Consiglio federale abbiamo intrapreso una trattativa con le casse malati. È presto per quantificare i costi della pandemia, ma di sicuro non ha portato a una diminuzione dei costi della sanità. Per il momento abbiamo un’evoluzione pari a 0 ma per la seconda parte dell’anno dovrebbe cambiare.11 miliardi di riserve sono troppo alte, equivalgono a 4 mesi di spese. Ci sembra un margine di manovra troppo ampio. Ci vuole un approvazione del Parlamento e un incentivo per gli assicuratori. Per gli adulti aumento medio dello 0,4%, lo stesso dei giovani adulti (19-25 anni). Per i minorenni il premio medio è di 99,7 fr, un abbassamento dello 0,1% rispetto all’anno corrente.

- Annuncio Promozionale -

Domande giornalisti

In merito al Covid: le cure che non sono state effettuate come si rispecchiano su questo andamento dei costi?

Berset: I premi 2021 devono prendere in considerazione anche i costi prospettati per l’anno venturo. La questione del coronavirus ci ha occupati a fondo ed è forse per questo che avremo un aumento”.

Sugli ospedali: ci stanno dicendo che il Covid provocherà diversi miliardi di costi extra, se invece ascoltiamo gli assicuratori ci dicono che i costi al momento sono rimasti costanti. Chi dice la verità?

Berset: “Gli ospedali basano le perdite sul primo semestre 2020. Il settore stazionario in quel periodo ha visto una diminuzione dello 0,2% ma nel contempo il settore ambulatoriale è aumentato del 2,1%. Globalmente siamo giunti alla conclusione che complessivamente siamo a un aumento poco superiore allo 0”.

Come mai i premi sono al di sotto dei costi negli ultimi anni se le riserve delle casse malati sono esplose?

Berset: Sono aumentate in franchi ma non in percentuale.

Strupfler: “L’anno è stato buono a livello borsistico, questo ha contribuito a un aumento delle riserve.

Berset: I premi nel 2019 sono stati al di sotto dei costi reali, ci aspettiamo lo stesso per quest’anno e per il 2021. Questo spiega il fatto che siamo a un aumento molto inferiore all’aumento medio degli ultimi 20 anni.

Cosa pensa della proposta di cambiare il paradigma per calcolare i premi, non più basandosi sull’anno prossimo ma sugli ultimi 3?

Berset: Siamo aperti a discuterne, ma ci allontaniamo dal principio dell’assicurazione malattia. Si potrebbe spendere tutto quello che si vuole sapendo che i costi saranno coperti. Noi ne discutiamo, ma tutto deve basarsi su delle stime.”

Per Jura e Ticino: come spiegate l’aumento, solo con l’età e le strutture interne?

Strupfler: Dipende anche dai premi medi cantonali, dove c’è una differenza netta tra centri urbani e zone rurali. Per quanto riguarda il Ticino, in effetti è stato il recupero: i premi erano stati stimati troppo bassi l’anno scorso.

I premi ticinesi non sono un segnale negativo per una popolazione particolarmente colpita dal Covid-19?

Berset: Difficile esprimersi in merito. I premi coprono i costi, non iniziamo a fare politica con i premi.

Ci avete spiegato che questi 11 miliardi dovrebbero essere ridotti, questo che effetto avrà sui cittadini?

Berset: Il premio medio sarà aumentato mediamente dello 0,5%, con 160 milioni in più. Però sono previsti compensazioni aggiuntive per 210 milioni. Se facciamo il calcolo vediamo che c’è una perdita di 50 milioni. Ci sono assicuratori che ritengono che l’UFSP spinga i premi verso l’anno, invece è esattamente il contrario. Negli ultimi 4 anni i premi annunciati erano più bassi delle entrate degli assicuratori. Attraverso l’abbassamento volontario delle riserve una parte ulteriore dei premi versati potrebbe tornare nelle tasche dei cittadini che pagano i premi.

Sostenete le aziende residenti, acquistate nel nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino. Leggete le recensioni dei nostri clienti!

BOX RISPARMIO TIResidenti

… e tanti altri articoli disponibili nello SHOP

Stefano Introzzi – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #cassamalati #berset #ticinoresidenti #stefanointrozzi  #premiolamal 

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -