CF: obbligo della mascherina su tutti gli aerei che atterrano o decollano dalla Svizzera, indipendentemente dalla compagnia.

0
984
Consiglio Federale: obbligo della mascherina su tutti gli aerei.
Consiglio Federale: obbligo della mascherina su tutti gli aerei.
- Annuncio Promozionale -

Conferenza stampa

Simonetta Sommaruga: Da qualche settimana ci troviamo in una situazione speciale, siamo molto lieti dell’allentamento che abbiamo adottato. Ma quando aumentano i contagi, questi allentamenti preoccupano alcuni cittadini. Dovremo abituarci a questo: ogni allentamento aumenta la responsabilità degli svizzeri. In poche settimane siamo saliti da 30 a 274 contagi ieri, sono meno dei mille al giorno dei mesi scorsi, ma dobbiamo comunque stare attenti. Anche i Cantoni hanno assunto più responsabilità”.

Sommaruga: “Il divieto di manifestazioni  è stato prolungato di un altro mese fino a fine settembre. Poi i Cantoni potranno di nuovo autorizzare le manifestazioni, con delle regole molto severe. Si è deciso di non autorizzare gli eventi già a settembre vista la situazione epidemiologica attuale. I Cantoni avranno un compito difficile per gestire le grandi manifestazioni, per questo ci vuole uno scambio costante con la Confederazione. La crisi del Covid ha colpito duro il settore dei trasporti pubblici, la Confederazione vuole aiutare le aziende. Il Cf ha deciso di stanziare 700 milioni per le infrastrutture. Abbiamo raggiunto molto, continuiamo così”.

- Annuncio Promozionale -

Alain Berset: “Vogliamo prendere un po’ di tempo prima di autorizzare le manifestazioni, anche per lasciare il tempo ai cantoni per affinare il tracciamento dei contatti. Adesso la situazione è sotto controllo. Ma autorizzare tutte le manifestazioni indistintamente non sarebbe ragionevole, quindi bisogna mantenere degli equilibri. Ci sono eventi all’esterno e all’interno, i rischi vanno differenziati. Non è possibile confrontare una partita di calcio con un concerto rock e così via. Fino al 2 settembre in collaborazione con i Cantoni saranno elaborati dei criteri per autorizzare le manifestazioni. La situazione epidemiologica nei cantoni che autorizzano le manifestazioni dovrà essere sotto controllo. Inoltre il sistema di contact tracing dovrà essere in grado di rispondere alle necessità. La situazione è sotto controllo, ma può mutare rapidamente. Adesso infatti c’è un chiaro aumento, ma questo è anche comprensibile. Dobbiamo continuare sulla via attuale, con il contact tracing.”

Guy Parmelin: Prolungati i termini per la richiesta delle indennità per lavoro ridotto di altri 6 mesi. Inoltre chi ha terminato il diritto alle indennità, dal primo settembre avrà diritto ancora per quattro mesi al lavoro ridotto. La procedura semplificata per il lavoro ridotto non cambierà a fine agosto, ma solo a fine dicembre. Attualmente abbiamo 50mila disoccupati in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Dobbiamo vegliare affinché l’assicurazione disoccupazione possa continuare a fare il suo lavoro. Per questo l’ordinanza sull’assicurazione disoccupazione è stata prolungata, ma contiene solo cinque articoli: il prolungamento dei termine quadro, non tenere conto dei periodi di conteggio in cui la perdita di lavoro è stata superiore all’80%, il diritto alla disoccupazione parziale per i formatori che si occupano di apprendisti, inoltre si è scelto di prolungare, appunto, la procedura semplificata. Dall’anno prossimo si vuole tornare al sistema ordinario.
Parmelin: “L’ordinanza avrà valore solo se il Parlamento approverà la Legge Covid-19, sennò decadrà. I salariati e le aziende non dovranno subire le conseguenze finanziarie della pandemia, per questo è stato chiesto un credito aggiuntivo all’assicurazione disoccupazione (per oltre 14 miliardi).

Domande giornalisti

I campionati iniziano a settembre, non è un problema?

Berset: “Quello che è necessario è avere tutto preparato perché i Cantoni possano autorizzare le manifestazioni. Quello che conta è che i concetti di protezione siano adottati in modo ottimale e dobbiamo garantire che i cantoni siano pronti per il contact tracing. Sappiamo che si tratta di un passo delicato e lo vogliamo realizzare nel miglior modo possibile”.

I criteri per le grandi manifestazioni varranno anche per gli eventi all’interno?

Berset: “Sì, ma le condizioni per gli eventi all’interno e all’esterno potranno essere differenziate. La situazione epidemiologica è diversa quando ci troviamo all’interno e all’esterno”.

I numeri di oggi hanno avuto un impatto?

Berset: “Oggi abbiamo fatto il doppio di test rispetto a due giorni fa, va sempre valutato anche questo quando si valutano i numeri. Serve sempre analizzare la situazione sull’arco di alcuni giorni per verificare una tendenza.”

Sommaruga: “La situazione può variare velocemente, forse le autorizzazione potranno essere date con certe riserve, la situazione dell’epidemia andrà valutata”.

Avete forzato la mano ai cantoni?

Sommaruga: “È vero che i direttori della sanità cantonali volevano aspettare fino a fine anno, ma vi erano altri direttori di altre settori che avevano altre esigenze. Bisogna prendere in considerazione diversi elementi in gioco.”

Membri della Task force chiedono un limite a 100, voi allentate. Perché non li avete ascoltati?

Berset: “Noi ascoltiamo tutti, ma facciamo politica, dobbiamo trovare la via mediana tra tutti gli attori. È vero ci sono esperti che fanno delle affermazioni, ma dobbiamo ascoltare tutti gli esperti e dobbiamo essere cauti”.

Non vi sono aiuti ai trasporti pubblici locali, perché?

Berset: “Il Consiglio federale ne ha discusso, ma ha deciso che bisogna distinguere quello che è competenza della Confederazione, ma i trasporti pubblici locali sono di competenza dei cantoni e dei comuni. Il Consiglio federale non voleva fare ingerenza in cose che non lo riguardano in fondo”.

Ci sono squadre che hanno prodotto migliaia mascherine di stoffa, questo conterà per le autorizzazioni?

Berset: “Noi pensiamo che si possano portare anche le mascherine di stoffa, hanno degli standard da rispettare. Ma l’importante è che le squadre e gli organizzatori prendano sul serio i concetti di protezione, è questo quello che conta. E le autorizzazioni potranno anche essere revocate”.

Rappresentante dell’Ufsp: “Una mascherina di stoffa si avvicina molto alle mascherine monouso. Noi affermiamo che è sempre meglio indossare una mascherina che non indossarla”.

Cosa vi ha spinto ad aprire alle manifestazioni?

Berset: “Dopo sei mesi di pandemia abbiamo imparato a convivere con il virus, la situazione in cui siamo adesso non è la stessa situazione di metà febbraio. Dobbiamo fare attenzione, però vogliamo trovare una via per cui non dover aspettare per sempre. Questo non tocca solo lo sport, ma c’è anche la cultura, ci sono le fiere. Per tanti mesi molti settori non hanno potuto lavorare e questo non è sostenibile per sempre”.

Il calcio e l’hockey come potranno superare il problema della competenza cantonale, le partite sono tra squadre di diversi cantoni

Berset: “Per questo vogliamo discutere con i cantoni, per questo vorremo avere dei criteri che potranno essere applicati in modo simile nei cantoni. In ogni caso bisognerà valutare la situazione caso per caso”.

Gli organizzatori aspettavano un messaggio chiaro, invece non sembra essere così.

Berset: “Il messaggio è chiaro, potevamo dire resta chiuso tutto fino all’anno prossimo, questo sarebbe stato chiaro. Ma sarebbe stato proporzionale? Il messaggio è un messaggio di apertura, ma non possiamo fare finta che la situazione epidemiologica si sia risolta”.

Quando verrà aggioranta la lista dei paesi a rischio? Alcuni andrebbero inseriti, come Mallorca o il Belgio.

Berset: “Settimana scorsa abbiamo annunciato che tra due settimane ci sarebbe stato un aggiornamento, vogliamo mantenere questo ritmo anche per il futuro”.

Fine conferenza stampa

Visitate il nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino

Stefano Introzzi – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #coronavirus #mascherine #ticinoresidenti #stefanointrozzi #aerei 

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -