CHIUSURA DEI VALICHI – A Berna hanno capito che il problema esiste

0
721
CHIUSURA DEI VALICHI - A Berna hanno capito che il problema esiste
CHIUSURA DEI VALICHI - A Berna hanno capito che il problema esiste
- Annuncio Promozionale -

Anche il Nazionale vota per non archiviarla

Chiudere i valichi per garantire la sicurezza dei comuni di frontiera ticinesi è attuale? Anche se a Berna spesso questo problema, così come la maggior parte di quelli che toccano il Ticino, pare lontanissimo, anche il Nazionale (al secondo tentativo, ma non sottilizziamo) lo ha ammesso. 

- Annuncio Promozionale -

Lombardi ha difeso il Ticino

Sono passati cinque anni dalla mozione di Roberta Pantani. Dopo il test sulla chiusura dei valichi secondari, nessuno aveva ritenuto necessario proseguire, sino al Consiglio Federale. Nonostante i continui episodi, purtroppo, nonostante più di un Comune abbia sollecitato un’azione decisa da parte di Berna. Come se l’Italia si facesse problemi a attuarne, invece.

Il Nazionale aveva votato per archiviare la mozione Pantani, dopo che Filippo Lombardi si era battuto, gliene va dato atto, per tenerla attuale. Due volte agli Stati si era detto di mantenerla, finalmente al secondo tentativo anche il Nazionale ha detto sì. 

Quanto meno si rendono conto

Non vuol dire che da domani si chiudono i valichi, assolutamente. Però quanto meno i politici svizzeri hanno mostrato di rendersi conto di una problematica che purtroppo esiste, e che interessa non solo il Ticino, bensì i comuni di frontiera di tutto il Paese. Perché con la libera circolazione, con buona pace di chi la vuole, non si sta più tranquilli.

Siamo la vostra voce e questa è casa vostra!

Laura Valdene – Redazione TicinoResidenTI

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TicinoResidenTI e iscriviti gratuitamente nel gruppo TicinoResidenTI; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Pubblicità -