CORONAVIRUS Covid-19 e normale influenza stagionale, no, non è la stessa cosa!

1
1534
CORONAVIRUS: Covid-19 e normale influenza stagionale, no, non è la stessa cosa!
CORONAVIRUS: Covid-19 e normale influenza stagionale, no, non è la stessa cosa!
- Annuncio Promozionale -

Dati e statistiche

Per fare chiarezza ecco i dati di Covid-19 e normale influenza stagionale, visto che non c’è assolutamente paragone. Il Covid-19 è più aggressivo, ma soprattutto molto più letale. A livello globale il Covid-19 ha una letalità del 3.41% (2’804 decessi su 82’170 contagiati ad oggi), in aumento dall’inizio delle rivelazioni di gennaio quando era prima al 2.17% e poi attorno al 2.65%.

In confronto la normale influenza ha una letalità dello 0.10% (tra lo 0.07% e lo 0.14%). Per quanto riguarda il fattore R0 (il numero di riproduzione di base) l’influenza stagionale si situa attorno a 2.00, mentre il Covid-19 è stimato a 3.28 e si propaga più velocemente della SARS e della dengue, oltre che delle ultime pandemie del XX secolo.

- Annuncio Promozionale -

Letalità ed R0

L’asiatica ad esempio ha avuto un tasso di letalità leggermente superiore ad una normale influenza (0.1%0.5%) con un R0 di 1.50 ed ha ucciso più di 1 milione di persone. Bisogna capire che ogni persona contagia in media 3.28 persone, e se non si fa nulla il contagio sarà molto importante e molto veloce, e di anziani, debilitati e immunodepressi ne moriranno a frotte anche qui, visto che non esistonovaccinoterapie specifiche.

Questi soggetti non hanno gli anticorpi necessari e le condizioni per crearli, per questo sono a rischio. Finché R0 rimane sopra 1.00, il contagio non si fermerà e rischiamo di non avere sufficienti letti in ospedale e posti in terapia intensiva. La combinazione tra letalità e R0 del Covid-19 è preoccupante con 3.41% di morti e R0 a 3.28, mentre la normale influenza fa 0.10% e 2.00, e quindi non è minimamente paragonabile!

Rischio contagio

A rischio contagio ci siamo TUTTI. Su 100 persone malate, 80 guariscono, 15 hanno problemi seri ma gestibili in ambiente sanitario, il 5% è gravissimo, di cui il 3.41% muore. È importante capire che gli anziani e le persone debilitate vanno difese e protette visto che per questa classe di età la letalità è del 15%, e lo possiamo fare solo evitando il contagio e riducendo R0, visto che il contagio è logaritmico.

E perché ogni morto conta, anche e soprattutto se è anziano, debilitato o immunodepresso! Noi giovani e sani non si muore, ma si ammazza se non facciamo niente. Penso che sia peggio ammazzare che morire. Si tratta, come giustamente sottolineato dal Governo, di responsabilità individuale e collettiva.

Quindi seguite tutti le più basilari regole di igiene, soprattutto per proteggere le persone anziane, debilitate e immunodepresse!

Situazione in tempo reale dell’epidemia

Tiziano Ferrari – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #coronavirus #frontiere #ticinoresidenti #tizianoferrari #Grigioni #covid-19

Foto: fonte Google

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -