COVID-19: 230 bimbi con sindrome infiammatoria associata al coronavirus

1
1029
COVID-19: 230 bimbi con sindrome infiammatoria associata al coronavirus
COVID-19: 230 bimbi con sindrome infiammatoria associata al coronavirus
- Annuncio Promozionale -

Malattia pediatrica

Sono 230 i bambini che il Bollettino Europeo per il controllo delle malattie riporta come casi di sindrome infiammatoria multisistemica associata al Covid-19, di cui due morti, uno in Francia e l’altro nel Regno Unito. Al momento comunque non è stato accertato il legame con il coronavirus con precisione e assoluta certezza.

Quello che è sicuro è che i sintomi sono un misto tra la sindrome di Kawasaki e quella da shock tossico, come riportato dalle segnalazioni dell’ente europeo. In diversi Paesi europei, colpiti dalla pandemia da coronavirus, esistono diverse segnalazioni di bambini ricoverati in terapia intensiva con una rara sindrome infiammatoria multisistemica che sembra essere legata al Covid-19 di cui tutti sono infettati.

- Annuncio Promozionale -

Il rischio complessivo di infezione da coronavirus nei bambini rimane basso, in base alle statistiche e al basso impatto che ha sulle persone in tenera età. Ma la gestione clinica di questi bambini rimane una priorità assoluta. In Europa si è infatti deciso di includere questa malattia tra le possibili complicanze del Covid-19 e sia gli operatori sanitari che i genitori sono invitati ad informare sui suoi sintomi.

Visitate il nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino

Laura Valdene – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #coronavirus #sindromedikawasaki #ticinoresidenti #lauravaldene #ripartenza #fase2 #riapertura

Foto: fonte Google

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -