COVID: “Vaccinazione di massa” e “mascherine obbligatorie al chiuso”

0
879
COVID:
COVID: "Vaccinazione di massa" e "mascherine obbligatorie al chiuso"
- Annuncio Promozionale -

Farmacista cantonale

Giovan Maria Zanini, Farmacista cantonale. prevede che “il piano pandemico prevede il 65% della popolazione vaccinata in un mese“. Oggi infatti la Confederazione ha firmato un nuovo accordo con la società britannica AstraZeneca per la fornitura di 5.3 milioni di dosi di vaccino dopo il primo siglato con l’azienda Moderna per altre 4.5 milioni di dosi.

Accordi che di per sé non significano acquisti ma una sorta di diritto di prelazione qualora i vaccini risultassero efficaci. Aggiunge infatti Zanini che “la Confederazione vuole tenere il piede in diverse scarpe perché non sappiamo quale sarà la scarpa giusta alla fine. I prodotti in sviluppo devono superare una serie di barriere per essere omologati e oggi non sappiamo quale dei vaccini supererà questa fase e, inoltre, molto probabilmente non potremo accontentarci di avere un solo vaccino ma anche due o tre.”

- Annuncio Promozionale -

Vaccinazione di massa

Il Farmacista cantonale sottolinea poi come “non si vuole andare in fretta ma piuttosto essere rapidi. Ma questo non significa essere meno prudenti. Chiaramente non si può permettere di dare un vaccino creando effetti collaterali facendo ammalare la gente. L’ipotesi di fare un giorno una vaccinazione di massa è prevista dai piani pandemici, la nostra ipotesi di lavoro è riuscire a vaccinare in un mese il 65% della popolazione. A livello legale c’è la possibilità di attuare l’obbligatorietà del vaccino anti-Covid ma la Svizzera non lo farà.

Intanto il Consiglio di Stato ha deciso di istituire l’obbligatorietà della mascherina in qualsiasi luogo chiuso a partire da lunedì 19 ottobre. La mascherina dovrà essere indossata quindi in tutti gli spazi interni accessibili al pubblico: negozi, centri commerciali, musei, teatri, cinema, luoghi di culto, stazioni, zone d’accoglienza, sportelli di stabili amministrativi, aziende di servizi e strutture della ristorazione.

Non sarà invece obbligatoria nei centri fitness e, in generale, per i bambini con meno di 12 anni, gli artisti mentre si esibiscono e gli atleti durante le gare. Il CdS ha inoltre confermato la chiusura dei locali notturni (discoteche, sale da ballo, club, piano bar) e anche dei locali erotici.

Sostenete le aziende residenti, acquistate nel nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino. Leggete le recensioni dei nostri clienti!

BOX RISPARMIO TIResidenti

… e tanti altri articoli disponibili nello SHOP

Laura Valdene – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #coronavirus #mascherine #ticinoresidenti #lauravaldene  #zanini

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -