DOGANE: frontalieri di nuovo in coda causa controlli e autocertificazione

0
733
DOGANE: frontalieri di nuovo in coda causa controlli e autocertificazione
DOGANE: frontalieri di nuovo in coda causa controlli e autocertificazione
- Annuncio Promozionale -

Controlli intensificati

I controlli dell’autocertificazione italiana, insieme al permesso G, necessari per i frontalieri per rientrare in Italia, hanno causato ieri sera code chilometriche nei principali valichi in uscita dal Ticino. In particolare nelle Dogane di Oria Valsolda, dove le code hanno raggiunto i 5 chilometri, e in misura minore in quello di Bizzarone.

In particolare, stando a quanto riportato su diversi social, i tempi di attesa si sono allungati a dismisura per la mancanza da parte di molti dell’autocertificazione precompilata, nonostante le tante raccomandazioni delle ultime ore. Documento che, essendo in ogni caso necessario per il rientro in Italia, si è dovuto reperire e compilare sul posto al momento del controllo.

- Annuncio Promozionale -

Ora l’attenzione si sposta a lunedì, quando, oltre ai controlli in Italia, si aggiungeranno quelli Svizzeri, come già fatto in marzo-aprile, quando per entrare in Ticino i tempi di attesa avevano toccato anche le due ore causa anche le Dogane minori chiuse.

Sostenete le aziende residenti, acquistate nel nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino. Leggete le recensioni dei nostri clienti!

BOX RISPARMIO TIResidenti

… e tanti altri articoli disponibili nello SHOP

Stefano Introzzi – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #italia #confini #ticinoresidenti #stefanointrozzi  #covid-19 #mascherinaobbligatoria 

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -