DONNE IN GRAN CONSIGLIO: il rosa che stupisce, ma con carattere…

0
2361
- Annuncio Promozionale -

Le “Signore” della politica gradite ospiti a TIResidenti. I loro pensieri, i loro programmi…

Donne in Gran consiglio. Oggi, a TIResidenti, abbiamo l’onore ed il piacere di ospitare Camilla Mainardi, candidata PPD, locarnese ed ex giornalista della RSI.

Crediamo che sia importante che le “Signore” della politica ticinese abbiano il diritto e la possibilità di esprimere compiutamente le proprie opinioni, il proprio programma politico.

- Annuncio Promozionale -

Donne in Gran Consiglio… Il punto di vista femminile, sempre così equilibrato, ma, allo stesso tempo, pragmatico e lapidario…

Benvenuta, Camilla Mainardi. Iniziamo l’intervista…

D:Cosa vuol dire, oggi come oggi, essere donna in politica?
R:Significa sentirsi all’altezza, senza complessi d’inferiorità e senza timidezze; e nello stesso tempo senza pretese di trattamenti privilegiati. La strada verso l’elezione è una sola, generalmente in salita, per uomini e donne. E se credi nel merito ,nella competenza e nella competizione non pretendi che ti si aprano corsie preferenziali.
D:Quanto, attualmente, deve combattere una donna per “guadagnarsi” il rispetto dei colleghi uomini?
R:Non deve necessariamente combattere, deve proporsi; con le sue idee i suoi ideali e anche la sua femminilità; poi rassegnarsi al fatto che la galanteria non è di quel mondo (politico) e che il tuo collega non ti aprirà la porta e non si tirerà da parte per farti passare…

Donne in Gran Consiglio e nella vita… I temi…

D:Prendiamo il caso di Asia Argento. Prima accusatrice e promotrice di “MeToo” ed ora accusata di “stupro”. Il “sexual harassment” può avere luogo da una donna su un uomo?
R:Mi sembra più che altro tecnicamente complicato l’abuso prettamente fisico. Se però intendiamo l’abuso di potere allora si aprono praterie che non hanno limiti e confini di genere.
 
D:Come donna, quali sono i temi che vorrebbe portare avanti nella sua legislatura?
R:Non ci sono temi da donna… I problemi e gli argomenti della politica non sono capi di biancheria intima.

 Donne in Gran Consiglio, la visione europea ed il lavoro

D:Recentemente si è confessata non esattamente europeista. Anti europeista perché l’Europa ha troppi squilibri interni o perché l’Unione Europea è impossibile a priori per le troppe differenze culturali?
R:Perché questa Europa è fatta male, si muove male e fa male quasi a tutti, e oramai respira pure male. Troppo economica e monetaria, troppo poco politica e solidale, troppo autoritaria e troppo poco autorevole.
 
D:Parliamo di mercato del lavoro in Ticino. Naturalmente, si parla di frontalieri, di “dumping salariale” degli imprenditori, di mancati controlli da parte delle istituzioni, di sgravi fiscali alle multinazionali…
R:Il mercato del lavoro si è deteriorato: domande e offerte non si incontrano più, s’importa manodopera e i salari si contraggono; si sprecano accuse e confusioni fra i lavori che noi residenti non vogliamo fare, oppure che non sappiamo fare; e il mercato del lavoro diventa campo di battaglia sociale e politica.
 
D:Il Consigliere Federale Cassis, in questi giorni ha bacchettato gli Svizzeri perché abituati ad un tenore di vita troppo elevato… Ci sta dicendo che siamo troppo ricchi e dovremo abbassare il nostro stile di vita. Le sembra vero e pertinente, soprattutto in vista degli aumenti dei premi delle Casse Malati?
R:Mica ho capito cosa intende: il vero problema è proprio quando il ceto medio, da consumatore che era in tempi migliori, diventa ansioso e sparagnino… Bloccando i consumi interni e frenando l’economia. Cosa significa siamo troppo ricchi? Non si è mai troppo ricchi e il compito della politica è di combattere la povertà non la ricchezza. Credo, ma soprattutto spero, che stiamo fraintendendo le esternazioni di Cassis…
 
D:Dulcis in fundo… Perché trova svilenti le “quote rosa” per le donne?
R:Perché sono inique, sanno più di sessismo che di parità; perché confondono le capacità col genere; perché le sfide si vincono sul campo, individualmente, e non in quanto donne: non siamo una specie protetta da introdurre a spintarelle e spintoni nei gremi politici; ci arriveremo da sole… Per merito, impegno e competenza, magari anche per amore… ma non per forza.

 

Complimenti, Camilla Mainardi. Belle risposte. Equilibrate, ma, anche, schiette e dirette. Ci trova d’accordo su molti punti.

Ringraziamo, quindi, Camilla Mainardi per aver accettato la nostra intervista e le facciamo i migliori auguri di tutti i TIResidenti per le prossime consultazioni cantonali.

Donne in Gran Consiglio… La presenza femminile nelle Istituzioni ed in Politica è sempre benvenuta ed auspicata.

Sarebbe molto interessante che tutte le “Signore” che si presentano per le prossime ele…

E… Ricordatevi di votare per il nostro sondaggio sull’autodeterminazione. Sia i Residenti con passaporto svizzero, sia i Residenti ancora con passaporto estero. Nessuna differenza… Cliccate sulla scritta qui sotto. Fate sentire cosa pensa realmente la popolazione…

Autodeterminazione SI o NO?

Laura Valdene – Redazione TIResidenti

Fonte fotografica: Facebook Fotoes

#camillamainardi #donneinpolitica #ppdticino #TIResidenti

p.s. venite a trovarci anche sul sito principale www.tiresidenti.ch e seguiteci anche sul profilo instagram https://www.instagram.com/tiresidenti/, siete i benvenuti

P.S. Leggi i nuovi articoli anche sulla nostra pagina Facebook , partecipa alle discussioni e vota i nuovi sondaggi nel nostro gruppo Facebook ,  questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -