FRONTALIERI: dalle zone rosse “i controlli spettano ai datori di lavoro”.

0
1187
FRONTALIERI: dalle zone rosse
FRONTALIERI: dalle zone rosse "i controlli spettano ai datori di lavoro".
- Annuncio Promozionale -

Variante scozzese

Le zone rosse appena decretate per i limitrofi comuni esteri Viggiù e Re per la comparsa della variante “scozzese” del coronavirus spaventano molti residenti in Ticino considerati i mancati controlli sui frontalieri in entrata provenienti anche da quelle zone.

A questo proposito, Norman Gobbi, intervistato questa mattina da Radio3i, sottolinea che “è l’azienda per cui lavorano ad avere la responsabilità di vigilare. Immagino che nessuna di loro voglia problemi all’interno, quindi chiederanno ai loro dipendenti di restare a casa o faranno dei test per depistare gli eventuali contagi. Chi impiega lavoratori frontalieri è anche responsabile di questo. La sicurezza in questi casi è di loro competenza.”

- Annuncio Promozionale -

Nel frattempo tutti i Cantoni, compreso il Ticino, chiedono riaperturemeno prudenti, più ravvicinate nel tempo e definite sin d’ora anche oltre il 1 aprile” in particolare per la ristorazione, la cultura e lo sport, in attesa delle decisioni definitive del Consiglio federale previste per mercoledì.

Sostenete le aziende residenti, acquistate nel nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino. Leggete le recensioni dei nostri clienti!

BOX RISPARMIO TIResidenti

… e tanti altri articoli disponibili nello SHOP

Stefano Introzzi – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #riaperture #cantoni #frontalieri #consigliofederale #ticinoresidenti #stefanointrozzi #viggiu

Foto: fonte Google

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -