KARIN-KELLER SUTTER: Nuova conferenza stampa da Berna sul coronavirus, cosa succederà ai confini, 13.05.2020, in aggiornamento

0
2534
KARIN-KELLER SUTTER: Nuova conferenza stampa da Berna sul coronavirus, cosa succederà ai confini, 13.05.2020, in aggiornamento
KARIN-KELLER SUTTER: Nuova conferenza stampa da Berna sul coronavirus, cosa succederà ai confini, 13.05.2020, in aggiornamento
- Annuncio Promozionale -

Conferenza stampa di oggi

Karin-Keller Sutter: “Abbiamo una volontà normale di tornare alla normalità e alla possibilità di viaggiare. Vorremmo allentare le limitazioni di viaggio per le coppie non sposate, quindi abbiamo deciso di liberare la circolazione di alcuni gruppi di persone anche prima. Mi auguro che le cose vadano speditamente. La Segreteria di Stato per la migrazione viene sommersa dalle richieste dalle varie categorie di persone che chiedono se possono uscire o entrare dalla Svizzera. Ovviamente il mio dipartimento negozia anche con l’Italia la riapertura delle frontiere, ma lì ovviamente la situazione è diversa rispetto agli altri paesi limitrofi. Quindi riaprire le frontiere con la Svizzera per loro adesso non sarebbe adeguato. Quindi un allentamento in questo senso è pensabile solo in una terza fase. Non è possibile dare una data precisa. Anche l’Austria ha gli stessi problemi, non possono riaprire le frontiere con l’Italia.”

DOMANDE GIORNALISTI

Gli svizzeri potranno andare anche in vacanza in questi paesi?
Quando parliamo di riapertura delle frontiere vuol dire che tutti possono attraversare il confine, basta che siano in regola con tutti i documenti e le autorizzazioni. Quindi il turismo sarà possibile, ma mi appello agli svizzeri che rimangano qui a passare le vacanze, per sostenere il turismo ticinese“.

- Annuncio Promozionale -

Vi saranno già degli allentamenti sabato?
Sì, è quello che speriamo, almeno per le coppie miste o chi ha una casa di vacanza nel sud della Germania. Insomma alcune categorie“.

Mario Gattiker: “È importante che queste regole siano reciproche. Le cose possono procedere celermente, stiamo negoziando velocemente“.

Dal 15 giugno varrà il  regime Schengen? Senza controlli particolari alle frontiere?
Keller-Sutter
: “Esattamente, il regime si baserà sul codice di Schengen. L’Austria avrebbe preferito aprire prima, ma la Francia non voleva anticipare rispetto al 15 giugno, e anche con la Germania si è deciso che è il caso di fare per tutti e quattro i paesi una riapertura al 15 giugno“.

Coppie miste
È più facile questa negoziazione con la Germania e l’Austria, la Francia è un po’ più rigida, ma anche loro sono convinti che servano delle soluzioni per queste persone“.

Tra Kreuzlingen e Costanza la frontiera ha creato veramente problemi a famiglie e coppie, cosa succederà?
Keller-Sutter
: “Noi siamo andati a vedere chi ha messo questa frontiera, questa vera e propria recinzione, è stata messa dalla Polizia tedesca. Questa recinzione è stata messa perché non volevano passaggi in queste zone, anche perché sono luoghi soggetti ad assembramenti“.

A una coppia mista cos’è chiesto per attraversare la frontiera?
È una cosa che stiamo elaborando, secondo me non ci vuole una grande democrazia, servirà una autodichiarazione, l’importante è che sia una relazione forte, non posso passare con una persona che posso aver conosciuto su Facebook due mesi fa“.

Gattiker: “Stiamo discutendo su chi siano questi famigliari e queste coppie autorizzate, stiamo chiarendo queste categorie. Lo stesso stiamo facendo per chi possiede una casa all’estero, potrebbe bastare un’autodichiarazione“.

La spesa rimane vietata?
Keller-Sutter
: “No, fare la spesa non è un motivo valido. Vogliamo essere veramente cauti con questi allentamenti, proprio come si sta comportando la gente in Svizzera“.

Gli altri stati europei?
Purtroppo non è ancora possibile parlare dei paesi più lontani. Stiamo iniziando a discuterne con i paesi limitrofi, poi ci guarderemo attorno nei paesi Schengen più lontani, infine vi saranno i paesi terzi“.

Sul mercato del lavoro ci sarà ancora più concorrenza con i lavoratori dell’area Schengen?
Attualmente siamo più o meno tutti toccati allo stesso modo dal Covid-19, quindi non credo che la Svizzera subirà una tale pressione da parte di lavoratori stranieri. L’immigrazione della manodopera dipende dalla domanda dei datori di lavoro“.

Fine conferenza stampa ore 14:56

Visitate il nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino

Laura Valdene – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #coronavirus #conigliofederale #ticinoresidenti #lauravaldene #ripartenza #fase2 #riapertura

Foto: fonte Google

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -