MASCHERINE: mea culpa del CF, “l’obbligo poteva essere introdotto prima”. Frontalieri spaventati.

1
1077
MASCHERINE: mea culpa del CF,
MASCHERINE: mea culpa del CF, "l'obbligo poteva essere introdotto prima". Frontalieri spaventati.
- Annuncio Promozionale -

Simonetta Sommaruga

L’obbligo poteva essere introdotto prima , ma volevamo vedere come si sarebbe evoluta la situazione“. Questo il mea culpa di Simonetta Sommaruga, alla luce dell’aumento dei casi di contagio da Covid-19 che negli ultimi giorni stanno caratterizzando la cronaca e il cui culmine ha visto sia il Consiglio Federale che il Consiglio di Stato Ticinese tornare sui propri passi riapplicando alcune misure di contenimento.

Il Consiglio Federale, in particolare, ha introdotto l’obbligo di indossare la mascherina sui mezzi pubblici e l’obbligo di quarantena per il rientro in Svizzera da Paesi a rischio. La Presidente della Confederazione aggiunge che “nella situazione attuale abbiamo molta libertà. Ma il virus è ancora presente. Dobbiamo rimanere molto prudenti.”

- Annuncio Promozionale -

Intanto, al di là del confine, i nuovi focolai in Ticino spaventano i frontalieri che sottolineano in un articolo de La Provincia di Como: “Il virus è stato sottovalutato, ci definivano esagerati, ora mettono la mascherina“. Noi, come sempre, vi ricordiamo quanto sia importante la scelta della mascherina rispetto allo scopo e alle circostanze, in questo articolo.

Visitate il nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino

Stefano Introzzi – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #coronavirus #mascherine #ticinoresidenti #stefanointrozzi #mezzipubblici #frontalieri 

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -