PRIMA I NOSTRI: nel pubblico sempre più Aziende lo adottano, ma la sinistra…

1
326
PRIMA I NOSTRI
PRIMA I NOSTRI, ma la Sinistra Ticinese si oppone...
- Annuncio Promozionale -

PRIMA I NOSTRI SI DIFFONDE NEL PUBBLICO, ma la Sinistra Ticinese non ci sta…

Prima i nostri. La filosofia di prediligere i TicinoResidenTI si propaga sempre di più nel settore pubblico.

La scelta di applicare “Prima i nostri” è, fondamentalmente, è una pratica corretta. Corretta poichè innesca meccanismi virtuosi che permettono al settore pubblico d’innescare meccanismi di uscita da disoccupazione ed assistenza, di far rientrare nel mercato del lavoro persone che, altrimenti, graverebbero sul sociale, ottenendo, altresì, un introito in tasse.

- Annuncio Promozionale -

É la scelta di aiutare coloro che, lasciati a casa da una politica dissenta nel privato che predilige le paghe basse – vedasi le recenti denunce a carico di una catena multinazionale in un punto vendita in centro a Lugano – riservate ai frontalieri, non hanno la possibilità di potersi confrontare ad armi pari con personale di oltreconfine che accetta, pur di lavorare, anche salari non consoni o conformi ai CCL.

Dopo il Comune di Lugano, infatti, anche AET – Azienda Elettrica Ticinese – avrà questo obiettivo: «Nell’assunzione del personale, la direzione dell’Azienda elettrica ticinese, a parità di requisiti e qualifiche e salvaguardando gli obiettivi aziendali, deve dare la precedenza alle persone residenti, purché idonee a occupare il posto di lavoro offerto. Essa tiene in debita considerazione candidature di chi si trova in disoccupazione o al beneficio dell’assistenza»

Chi lo ha stabilito?

Lo stabilisce la revisione della Legge sull’Azienda elettrica ticinese adottata da Gran Consiglio. Anche i nostri rappresentanti in GC, finalmente, iniziano a rendersi conto che la sofferenza dei TicinoResidenTI è reale.

Quindi, visto che, per il momento, non si riesce a regolamentare il settore privato o a renderlo “etico” nella maggioranza dei casi, il settore pubblico inizia a dare il buon esempio. Impostando delle regole etiche che vadano a guardare, anche, nell’oramai sovraffollato comparto della disoccupazione e dell’assistenza.

Approvato all’unanimità? No! La Sinistra Ticinese non ci sta…

É peculiare che, andando a leggere i voti espressi, si notino ben 16 voti contrari, pari al 21.33% dei votanti, e 4 astenuti, 5.33%, ovvero quasi il 27% dei votanti abbia negato la revisione.

Ma ci starebbe che non tutti siano d’accordo. I motivi potrebbero essere molteplici: revisione formulata male, incongruenze palesi, poca “audacia”…

Invece no. Ci troviamo di fronte ad un rapporto di minoranza della Sinistra Ticinese che invita a rifiutare la revione in quanto «la formulazione proposta, e purtroppo già adotta in altre modifiche di legge, supera i limiti della garanzia federale»…

La Sinistra? Si oppone? Perchè?

La Sinistra Ticinese non ha l’obiettivo di ridurre Disoccupazione ed Assistenza?

Il mondo è cambiato e sta cambiando sempre più velocemente, ma che coloro che dovrebbero proteggere s’impuntino sulla difesa a spada tratta della politica di chi danneggia i TicinoResidenTI è, quantomeno, particolare, per non dire assurdo.

Intendiamoci bene, non si vuole dare ragione alle destra o ai liberisti… Ci si vuole rammaricare con la sinistra che non è più espressione della volontà popolare, ma di… Non sappiamo più nemmeno di cosa. Di certo coloro che hanno nel passato ideato il socialismo si sarebbero indignati.

Proteggono i lavoratori in toto, è vero. Ma, con la libera circolazione e le differenze salariali presenti, i TicinoResidenTI non potrebbero assolutamente pensare di sopravvivere con salari bassi quanto quelli proposti ai frontalieri. Quindi, partita persa prima d’iniziare…

Così, anche in GC, la Sinistra Ticinese prende a pesci in faccia i TicinoResidenTI. Dopo l’opposizione presentata alla modifiche del Regolamento del Comune di Lugano, anche a livello cantonale la Sinistra Ticinese si schiera… Ma non a proteggere il proprio popolo.

No, si schiera a proteggere gli interessi del “padronato”, delle aziende. Se il Cantone in primis non dimostra e paventa un comportamento etico e solidale verso il TicinoResidenTI, perchè dovrebbero farlo le aziende private?

E, per favore, Sinistra Ticinese non tacciateci di essere “populisti”, “sovranisti” o “nazionalisti”… Perchè se difendere gl’interessi delle persone comuni che vivono nel nostro Ticino vuol dire essere “populisti”, “sovranisti” o “nazionalisti” – èer non dire antieuropei -, ebbene allora siamo orgogliosi di essere “populisti”!

Nodo al fazzoletto, quindi?

p.s. venite a trovarci anche sul sito principale www.ticinoresidenti.ch e seguiteci anche sul profilo instagram https://www.instagram.com/ticinoresidenti/, siete i benvenuti

P.S. Leggi i nuovi articoli anche sulla nostra pagina Facebook , partecipa alle discussioni e vota i nuovi sondaggi nel nostro gruppo Facebook ,  questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -