RIPARTENZA: tour di TIResidenti tra le attività riaperte, La Tavernetta di Agno.

0
558
RIPARTENZA: tour di TIResidenti tra le attività riaperte, La Tavernetta di Agno.
RIPARTENZA: tour di TIResidenti tra le attività riaperte, La Tavernetta di Agno.
- Annuncio Promozionale -

I ristoranti

TIResidenti comincia il suo tour tra le attività appena riaperte per informare tutti su quali sono le precauzioni e le misure di contenimento adottate dai vari esercizi sul territorio.

E’ la volta del Ristorante Pizzeria la Tavernetta che, oltre ad offrire come di consuetudine, cibo ottimo e la “vera” pizza napoletana con ingredienti fatti arrivare appositamente da Napoli, ha effettivamente riaperto in modo “consapevole e responsabile” addirittura introducendo regole aggiuntive rispetto a quanto richiesto dal Governo (secondo noi in modo incompleto e “approssimativo”, non obbligando ad esempio per il personale di sala l’uso della mascherina.

- Annuncio Promozionale -

Tutto perfetto

All’ingresso troviamo una colonnina disinfettante all’avanguardia con sensore ed erogazione automatica, quindi “no contact”. Il cameriere controlla chi entra e in un certo senso “obbliga” scherzosamente alla disinfezione. Entriamo, i camerieri indossano mascherina chirurgica, (protegge il cliente), e guanti. I tavoli prevedono ben oltre due metri di distanza e quindi il plexiglass è superfluo. I tavoli sono apparecchiati con tovaglie che vengono sostituite di volta in volta e le posate consegnate una volta seduti al tavolo.

Sul tavolo presto sarà presente un disinfettante consigliato dall’ UFSP made in Swiss e completamente sicuro ed affidabile, atto a disinfettare la verdura, il tavolo e la sedia in cui ci si siede e che ci si puo’ spruzzare addirittura in bocca tranquillamente (ANOSAN) che Tiresidenti, quale rivenditore autorizzato, provvede ad approvvigionare a tutti i residenti in Ticino tramite lo shop online. Insomma un’esperienza gradevole e rassicurante dopo due mesi di quarantena anche per noi di TIResidenti e da ripetere, naturalmente se le condizioni quadro rimangono favorevoli.

Una breve intervista al titolare

Salvatore Resta, attento e umano titolare dell’esercizio, risponde a qualche nostra domanda per informarvi su come funziona il suo ristorante e come ha affrontato il periodo di chiusura e questa riapertura :

-SALVATORE, DURANTE IL PERIODO DI CHIUSURA HA RICEVUTO DEGLI AIUTI DAL CANTONE E SE SI IN QUALE MISURA?

Nel periodo di quarantena gli aiuti che ci sono stati concessi e che comunque siamo grati di aver ricevuto sono: 80% dei stipendi percepiti e la possibilità di aver potuto chiedere come forma di prestito ad interessarsi ZERO un importo pari al 10% del fatturato dell’anno precedente.

-PERCHE’ HA DECISO DI TENERE CHIUSO PERSINO IN “TAKE AWAY” DURANTE L’EMERGENZA?

Il nostro ristorante di giovane età, aperto il 1 maggio del 2018, è ancora in fase di crescita e comporta l’operato di più persone essendo di grande struttura e non potrebbe essere sostenuto per le spese vive già onerose di base, da un semplice TAKE AWAY.

-IN QUESTA FASE DI RIPARTENZA QUALI SONO LE DIFFICOLTA’ CHE DEVE AFFRONTARE E LE CONSEGUENTI PERDITE IN TERMINE DI RIDUZIONE DEL PERSONALE?

Decidendo di riaprire la più grossa difficoltà da affrontare è stata e sarà in particolare quella di raggiungere ogni giorno un numero sufficiente di clienti che mi permettano di ammortizzare almeno i costi vivi di impresa, in particolare garantendo ai miei dipendenti la copertura del salario considerato che non percepiscono più le indennità di lavoro. Affronto comunque la situazione contingente con determinazione e consapevolezza, ben conscio che la colpa non è né mia né di nessun altro ma solo di questa maledetta pandemia che ha inginocchiato il mondo intero…

-IN BASE A TUTTE LE MISURE CHE LEI HA PREVISTO, ADDIRITTURA UNA SICUREZZA IN PIÙ COME IL DISINFETTANTE AL TAVOLO AL SERVIZIO DEL CLIENTE, SI RITIENE ORGOGLIOSO DELLA SUA ATTIVITA’?

Sarò sempre orgoglioso della mia attività anche perché è una sfida che ho sempre affrontato con serenità e grande determinazione cercando di offrire sempre il meglio alla mia affezionata clientela con grande rispetto verso i dipendenti che fanno parte della  “famiglia” de La Tavernetta.”

Noi Tiresidenti abbiamo gia’ individuato in questa attività un’eccellenza e siamo certi che, se vorrete riappropriarvi di un minimo di NORMALITA’ dopo tanti sacrifici nella completa sicurezza, Salvatore e il suo Staff vi aspettano ben volentieri per offrirvi una serata con buon cibo, tante specialità e buona compagnia. Salvaguardiamo il territorio, la sua economia e scegliamo i ristoranti in Ticino.

Visitate il nostro SHOP SOLIDALE solo per i residenti in Ticino

Cristina Novello – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ristoranti #gruppotiresidenti #coronavirus #LaTavernetta #ticinoresidenti #cristinanovello #pizzeria

Foto: fonte Google

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -