SCUOLE: riaprono lunedì 11 maggio, apprensione per il bambino di 10 anni trasferito a Losanna in cure intense

1
935
SCUOLE: riaprono lunedì 11 maggio, apprensione per il bambino di 10 anni trasferito a Losanna in cure intense
SCUOLE: riaprono lunedì 11 maggio, apprensione per il bambino di 10 anni trasferito a Losanna in cure intense
- Annuncio Promozionale -

Bambini e adulti

Ieri durante la conferenza stampa di aggiornamento sulla situazione Covid-19 da Bellinzona, è emersa una notizia che ha suscitato grande clamore e apprensione anche nel nostro gruppo TIResidenti; un bimbo di 10 anni infettato dal coronavirus è stato trasferito in cure intense a Losanna per essere sottoposto a cure adeguate ad un bambino.

A questo proposito, il Medico cantonale Giorgio Merlani, durante la conferenza stampa, ha così spiegato il caso: “È un’informazione che abbiamo ricevuto ieri, abbiamo il primo bambino ricoverato in terapia intensiva, è stato ricoverato ieri, un bambino di 10 anni che poi è stato trasferito a Losanna in terapia intensiva, per una sorveglianza in una terapia adeguata a un bambino. Attualmente è stabile, ulteriori informazioni sul caso specifico sarei restio a darle.

- Annuncio Promozionale -

Intanto in Ticino si registrano oggi altri 3 contagi e 4 vittime nelle ultime 24 ore. Il bilancio sale a 3260 contagi e 338 morti, mentre sono salite a 843 le persone dimesse dagli ospedali.

Riaprono le scuole

Riguardo il caso e l’imminente riapertura delle scuole il Medico cantonale sottolinea che “Visto che fa il collegamento con la scuola, secondo me dimostra il contrario, nel senso che neanche a stare a casa si ha una garanzia assoluta di protezione. Il virus circola, o ci si chiude sotto a una campana di vetro o si rischia di essere esposti. Adesso non voglio andare nel dettaglio, ma si sa che i bambini si infettano soprattutto dagli adulti.”

E aggiunge: “Non sono i bambini che infettano gli adulti, non sono i bambini che infettano i bambini, ma sono piuttosto gli adulti che infettano i bambini. Statisticamente, la medicina non ha mai la certezza assoluta, i dati che abbiamo finora parlano in questo senso. Anche in questo caso specifico ci sono buone evidenze che sia stato così.

Che dire, un sacco di contraddizioni e pareri “scientifici” in antitesi spesso tra loro che sicuramente, uniti a quest’ultima drammatica notizia del bimbo in terapia intensiva, sottolineano, ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, quanto sia il disagio dei residenti di tutto il Cantone ( e per fortuna anche di qualche politico lungimirante) davanti ad una mossa tanto sbagliata come riaprire le scuole a pochi giorni dalla fine dell’anno scolastico in una situazione di emergenza simile. Sbagliato. Punto.

Visitate il nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino

Stefano Introzzi – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #coronavirus #scuole #ticinoresidenti #lauravaldene #bambini

Foto: fonte Google

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -