SHOPPING: dal Ticino assalto ai supermercati di Como nonostante l’obbligo della mascherina

0
686
SHOPPING: dal Ticino assalto ai supermercati di Como nonostante l'obbligo della mascherina
SHOPPING: dal Ticino assalto ai supermercati di Como nonostante l'obbligo della mascherina
- Annuncio Promozionale -

Riapertura delle frontiere

Dopo la riapertura delle frontiere con l’Italia, avvenuta il 15 giugno, questo primo fine settimana all’insegna del turismo degli acquisti vede un impennata di presenze di ticinesi nei supermercati di confine, in particolare nel comasco, storica… Questa la situazione rilevata dal quotidiano “La Provincia” di Como che, in un articolo sul tema, ben delinea il fenomeno dello shopping oltreconfine.

Nell’articolo viene sottolineato come “nel primo sabato di apertura allo shopping (fino a lunedì gli era stato concesso di varcare il confine per turismo o per andare al ristorante), gli svizzeri non si sono fatti attendere. E così hanno letteralmente preso d’assalto in primis i supermercati a ridosso del confine, dal Bennet di Tavernola passando per Iperal di Monte Olimpino e Gran Mercato.”

- Annuncio Promozionale -

Obbligo della mascherina

Quello che sembrava essere un deterrente al turismo degli acquisti, l’obbligo di indossare la mascherina vigente tuttora in Italia, non ha in realtà fermato nessuno. I commercianti infatti specificano che “non è un freno al pendolarismo della spesa settimanale perché chi si reca oltre confine la indossa senza problemi“.

Ricordiamo che per passare il confine l’obbligo della mascherina vige pena multe salatissime; noi aggiungiamo che anche qui da noi è caldamente suggerito indossarla quantomeno nelle situazioni in cui si sa che non verrà mantenuta la distanza sociale ma, come ben evidenziato anche dalle associazioni di categoria interessate al fenomeno, sembra che il ticinese non osservi il consiglio con estrema superficialità.

Quindi, a prescindere dalle diverse tipologie di mascherine necessarie in situazioni diverse, nello shopping e nei supermercati in primis, dove, causa assembramenti il pericolo di contagio è maggiore causa difficoltà nel mantenere la distanza sociale, sottolineiamo di nuovo il suggerimento del Consiglio Federale riguardo il loro utilizzo.

Visitate il nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino

Laura Valdene – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #coronavirus #supermercati #ticinoresidenti #cristinanovello #turismodegliacquisti #confine 

Foto: fonte Google

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -