TASK FORCE: punto della situazione della pandemia da Berna

0
1085
TASK FORCE: punto della situazione della pandemia da Berna
TASK FORCE: punto della situazione della pandemia da Berna
- Annuncio Promozionale -

Task force

Gli esperti della Confederazione, riuniti a Berna, aggiornano sulla situazione della pandemia che fortunatamente sembra stia rallentando, considerati i dati giornalieri presentati dall’UFSP. Nelle ultime ventiquattro ore nel nostro Paese sono stati registrati altri 4’241 casi di contagio , 142 nuovi decessi e 238 ricoveri.

VIRGINIE MASSEREY, capo sezione del controllo delle infezioni dell’UFSP: “a livello nazionale si osserva un calo dei pazienti che necessitano un trattamento in cure intense. In tali reparti il numero di persone ricoverate si è dunque stabilizzato. Tuttavia, nelle strutture sanitarie la situazione resta comunque preoccupante. Raccomando di farsi testare in caso di sintomi.”

- Annuncio Promozionale -

RUDOLF HAURI, (presidente dell’associazione dei medici cantonali): “il contact tracing, ha ricominciato a funzionare in maniera efficiente in tutti i Cantoni. Se il numero dei casi dovesse tornare ad aumentare, il dispositivo sarà nuovamente sotto pressione. Durante i mesi invernali sono anche necessari interventi per incidenti sulla neve. Per questo motivo è importante che il numero di pazienti Covid-19 resti basso. Questo per evitare di mettere in difficoltà le strutture sanitarie. In vista delle festività natalizie raccomando alla popolazione di rispettare i provvedimenti anti-coronavirus. L’obiettivo è di non dover adottare misure più stringenti. Si osserva inoltre una tendenza a non farsi testare. Non evitate i test, anche se i sintomi sono lievi. Durante le feste indossate la mascherina, ventilate i locali, evitate di cantare canti natalizi.”

VIRGINIE MASSEREY: “Sulle vaccinazioni, i Cantoni si stanno preparando in collaborazione con la Confederazione in vista della distribuzione delle dosi. Si sta organizzando l’organizzazione logistica. Per Natale non avremo un vaccino contro il coronavirus, ma potete ancora informarvi sulla disponibilità del vaccino contro l’influenza. Per quanto riguarda quello contro il coronavirus, è dapprima necessaria l’approvazione di Swissmedic. Poi non è ancora noto quando sarà possibile ricevere le prime dosi.”

MARTIN ACKERMANN, (presidente della taskforce nazionale Covid-19): “Il fattore di riproduzione del virus, è attualmente dello 0,78. Questo significa che ogni due settimane si ottiene un dimezzamento dei nuovi contagi. Per la fine dell’anno si potrebbe tornare ad arrivare a 500 casi al giorno. Si tratta di un dato nazionale. Se si osservano le varie regioni elvetiche, si notano delle differenze importanti. Il calo più importante si registra nei cantoni romandi, che hanno reagito con misure più severe. In altre regioni i casi stanno ancora aumentando. Più velocemente riuscivamo a ridurre i casi, meno vengono messi sotto pressione ospedali e contact tracing, ma ci saranno dei benefici anche sul settore turistico.”

VIRGINIE MASSEREY: “Le autorità sanitarie federali stanno valutando un accorciamento del periodo di quarantena (attualmente è di dieci giorni). Ma bisogna dapprima trovare un’alternativa.”

Sostenete le aziende residenti, acquistate nel nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino. Leggete le recensioni dei nostri clienti!

BOX RISPARMIO TIResidenti

… e tanti altri articoli disponibili nello SHOP

Stefano Introzzi – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #ackermann #mascherine #ticinoresidenti #stefanointrozzi  #covid-19 #taskforce

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -