TEST GRATUITI: anche ai frontalieri, tra mille polemiche e rivendite online

0
725
TEST GRATUITI: anche ai frontalieri, tra mille polemiche e rivendite online
TEST GRATUITI: anche ai frontalieri, tra mille polemiche e rivendite online
- Annuncio Promozionale -

Farmacie

I test gratuiti distribuiti dalle farmacie anche in Ticino ad ogni residente in ragione di 5 kit al mese sono andati a ruba, tanto che la casa madre di produzione, la società basilese Roche, ha esaurito tutte le scorte disponibili. Iniziativa molto apprezzata e, come non tutti sanno, condivisa e allargata anche ai lavoratori frontalieri che possono ottenere i test gratuiti in farmacia presentando il permesso di lavoro e la tessera sanitaria.

Quest’ultima possibilità ha creato malumore a non pochi residenti e soprattutto alla Lega dei Ticinesi che, per voce del Consigliere nazionale Lorenzo Quadri, sottolinea: “Non si capisce però perché i test ai frontalieri dovremmo pagarli noi! Che vengano fatturati al Belpaese.” Intanto alcuni test fai-da-te ottenuti gratuitamente vengono rivenduti negli ecommerce online ad un prezzo tra i 30 e i 50 franchi (costo in Italia, 30 euro in farmacia).

- Annuncio Promozionale -

Nel frattempo buona parte dell’Italia torna da oggi arancione, comprese le Regioni a noi confinanti Lombardia e Piemonte. Quasi tutti i negozi riaprono ma restano chiusi ancora bar e ristoranti che devono nuovamente accontentarsi dell’asporto tra le 5 e le 22 con eventuale consegna a domicilio. Solo quattro Regioni rimangono rosse: Campania, Valle d’Aosta, Puglia e Sardegna.

OFFERTE IN CORSO Shop TIResidenti

… e tanti altri articoli disponibili nello SHOP

Stefano Introzzi– Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #testgratuito #gruppotiresidenti #farmacie #frontalieri #ticinoresidenti #stefanointrozzi  #covid-19 

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -