TURISMO DEGLI ACQUISTI: i supermercati ticinesi tentano di tenersi stretta la clientela?

0
1598
TURISMO DEGLI ACQUISTI: i supermercati ticinesi tentano di tenersi stretta la clientela?
TURISMO DEGLI ACQUISTI: i supermercati ticinesi tentano di tenersi stretta la clientela?
- Annuncio Promozionale -

Offensiva dei prezzi

Con l’odierna riapertura delle frontiere e la possibilità per gli Svizzeri di recarsi tranquillamente oltre confine, la grossa distribuzione in Ticino prepara l’offensiva contro il turismo degli acquisti studiando nuove strategie per tenersi stretta la clientela acquisita giocoforza durante il periodo di introduzione delle misure di contenimento. Prodotti meno cari quindi, ma non tutti i prodotti.

Spumante, risotto e maionese. Questi sono alcuni dei prodotti che ora da Aldi costano un terzo in meno. In questo modo il discount tenta di tenersi stretti i clienti elvetici, proponendo ribassi su una ventina di articoli. Anche da Lidl è prevista la riduzione del prezzo su qualche decina di prodotti. Queste le misure prese da queste due catene di supermercati per cercare di mantenere la clientela elvetica ora che si possono fare acquisti all’estero.

- Annuncio Promozionale -

Clienti convinti?

Una portavoce di Lidl, ricorda comunque che la riduzione dei prezzi rientra “nella promessa di offrire sempre il miglior rapporto qualità-prezzo“. Una promessa che durante il periodo di chiusura dei confini avrebbe convinto più clienti, anche quelli residenti nella fascia di confine. Ma la domanda sorge spontanea: queste catene, non offrono già, normalmente, ampie promozioni settimanali su molti prodotti?

E’ inevitabile notare come questo ci potrebbe far pensare ad uno “specchietto per le allodole” che nulla ha a che fare con un generale abbassamento dei prezzi che invece dovrebbe essere preso in considerazione dalle catene di vendita per veramente favorire l’acquisto dei residenti nel territorio elvetico.

Le altre due catene Migros e Coop non hanno invece previsto promozioni particolari per frenare il turismo degli acquisti. Migros comunque dichiara di aver già tagliato il prezzo di molti prodotti e Coop continua ad ampliare l’assortimento low-cost della linea Prix Garantie. Quindi pressappoco tutto come prima. A noi non sembra che la situazione stia cambiando di molto e temiamo che la spesa oltre confine, se non ci sarà un generale abbassamento dei prezzi, sarà sempre un tema d’attualità perche’ acquistare in Ticino con gli stipendi medi attuali, per un residente, è praticamente impossibile.

Visitate il nostro NEGOZIO SOLIDALE per soli residenti in Ticino

Cristina Novello – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #ticinesi #gruppotiresidenti #coronavirus #supermercati #ticinoresidenti #cristinanovello #turismodegliacquisti #confine 

Foto: fonte Google

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -