UE: Un ex Consigliere Federale vuole l’adesione, Lombardi e Chiesa no

0
93
MILIARDO DI COESIONE - Ora PLR e PPD hanno gettato la maschera
MILIARDO DI COESIONE - Ora PLR e PPD hanno gettato la maschera
- Annuncio Promozionale -

Per Lombardi l’adesione non avrebbe nemmeno il 20% dei voti

La Svizzera deve entrare nell’UE? Assolutamente no, e meno male che Filippo Lombardi è andato con decisione contro l’opinione espressa dall’ex Consigliere Federale del suo partito Joseph Deiss! “Non è all’ordine del giorno e non raccoglierebbe nemmeno 20% dei voti”, ha detto, segno che le posizioni della destra ticinese hanno secondo lui un seguito.

- Annuncio Promozionale -

Deiss è convinto che si guadagnerebbe in sovranità

Deiss aveva affermato come “con l’adesione all’UE la Svizzera guadagnerebbe in sovranità. A Bruxelles si prendono costantemente decisioni che riguardano la Svizzera, che ci piaccia o meno. Possiamo influenzarle solo se siamo coinvolti e abbiamo voce in capitolo”.

Già la libera circolazione e il piegarsi quasi sempre al volere europeo non aiuta di certo il nostro Paese e il Ticino in particolare, non pensiamo a un’adesione tout court! Ma Lombardi non sta assolutamente con Deiss, che ha anche detto che Berna è sempre in ritardo nelle relazioni con l’UE.

Chiesa: “Le cattive idee sono dure a morire”

“Quella di Deiss è la stessa supponenza del CF che nel ’92 depose la domanda di adesione sei mesi prima del voto sullo SEE. La Svizzera ha trovato la sua strada e non ha nessuna ragione di cambiarla!”, scrive Lombardi. E Marco Chiesa: “Pensavo che non esistessero più dei sostenitori all’adesione… Ma le cattive idee sono dure a morire“.

Seguiteci, siamo la vostra voce e questa è casa vostra!

Laura Valdene – Redazione TicinoResidenTI

Fonte foto : Google

#TicinoResidenTI #lauravaldene 

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TicinoResidenTI e iscriviti gratuitamente nel gruppo TicinoResidenTI; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -