VACCINO: obbligo coatto in Italia ai sanitari, esplode il caso a Bolzano.

0
775
VACCINO: obbligo coatto in Italia ai sanitari, esplode il caso a Bolzano.
VACCINO: obbligo coatto in Italia ai sanitari, esplode il caso a Bolzano.
- Annuncio Promozionale -

Il vaccino previene l’infezione?

Un infermiera riceve la convocazione presso l’hub vaccinale per essere sottoposta all’immunizzazione con il vaccino Pfizer. La comunicazione contiene il riferimento erroneo rispetto al fatto che il vaccino sia anti Sars CoV2.

Raggiunto l’hub vaccinale, l’infermiera decide di contattare il suo legale, l’avvocato Renate Holzeisen, la quale contesta dinanzi ai medici e al responsabile del centro vaccinale la circostanza che il vaccino Comirnaty non prevenga l’infezione, ma nel migliore dei casi solo la malattia, come si legge anche nella nota informativa che viene fornita ai pazienti.

- Annuncio Promozionale -

Ne sorge una discussione tra l’avvocato e i medici il cui contenuto è stato verbalizzato dai carabinieri del comando di Bolzano. L’avvocato chiede al medico una dichiarazione scritta che il vaccino prevenga l’infezione ma il medico si rifiuta di rilasciarla. I carabinieri verbalizzano tutto e anche che il medico non è in grado di rispondere alle questioni sollevate dall’avvocato. Questo episodio mostra le contraddizioni della legge che impone la vaccinazione coatta ai sanitari, molto probabilmente destinate a esplodere nelle prossime settimane in Italia.

OFFERTE IN CORSO Shop TIResidenti

… e tanti altri articoli disponibili nello SHOP

Stefano Introzzi – Redazione TIResidenti

Fonte foto : Google

#TIResidenti #vaccino #gruppotiresidenti #bolzano #italia #ticinoresidenti #stefanointrozzi  #obbligovaccinale 

Sei residente in Canton Ticino? Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TIResidenti e iscriviti gratuitamente nel gruppo TIResidenti ; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Annuncio Promozionale -